Non perdetevi domenica 12 giugno dalle ore 15.30 al Palasport di Ozzano, a chiusura della Festa dello Sport di Ozzano, la manifestazione benefica pro LOTO Onlus, di cui siamo partner etici continuativi!

Programma:
* alle ore 15.30 incontro giovanile U 13 Pallavolo Ozzano Vs. Pontevecchio
* alle ore 17.30 la prima squadra M.I.FATRO OZZANO sarà impegnata in una gara amichevole con la Serie C della Datamec Pontevecchio alla presenza e con la partecipazione di MAURIZIA CACCIATORI, ex atleta della Nazionale Italiana di pallavolo, testimonial di Loto Onlus.

Durante la manifestazione sarà presente desk informativo Loto Onlus.

I volontari della pallavolo prepareranno succulenti panini con salsiccia o prosciutto, patate fritte e birra alla spina…ma come ogni anno invitiamo le mamme, nonne, …e “pasticceri” vari, a preparare dolci da distribuire ai presenti.

L’intero ricavato sarà devoluto a LOTO Onlus, per la ricerca tumori ovarici.

Siete tutti invitati a partecipare!

Terminata la stagione regolare la Fatro Ozzano si tuffa nei play off che assegneranno l’ultimo posto disponibile per la promozione in B2. Non è momento di bilanci perché la palla è ancora in gioco, ma si può dire , senza timore di essere smentiti, che la squadra ha raggiunto il primo traguardo giungendo al secondo posto e accedendo ai play off. Le ragazze di coach Bollini hanno vinto 24 partite su 26 ed hanno sempre,su ogni campo, mostrato compattezza e voglia di vincere, restando unite anche nei momenti difficili. Hanno vinto , chiaramente, nella partita in casa contro l’Atletico Venturoli che ha vinto il campionato (unica partita persa in tutto l’anno ad Ozzano !) ed hanno totalizzato ben 72 punti, sufficienti per essere primi negli altri gironi. La squadra di Ozzano , come migliore 2° dei 3 gironi, affronterà Vignola (2° classificata tra le quarte ) per una doppia sfida nei quarti di finale. (mercoledì 18 maggio partita di andata a Vignola e sabato 21 maggio ritorno ad Ozzano.) Da ora in poi , comunque, non conta più ciò che si è fatto prima, ma ciò che si è in grado di esprimere in campo utilizzando come propellente le motivazioni che si hanno dentro. La doppia sfida con Vignola darà una prima risposta sulla giovanissima squadra ozzanese, chiamata ad una importante prova di maturità e , quindi, forza ragazze perché il futuro è con voi e, nel frattempo, che anche il presente possa sorridervi …….fino in fondo.

Appuntamento con il pubblico di Ozzano sabato 21 maggio ore 20.30 per la partita di ritorno che vale l’accesso alle semifinali dei play off per sostenere il lupo ozzanese in questo importante incontro.

Ben rappresentata dalle nostre quattro atlete (Sofia Taini, Alice Carlesso, Benedetta Lipparini e Noemi Di Marco) il team di Selezione di Luca Parlatini si piazza al secondo posto alle spalle di Piacenza

Ancora una medaglia d’argento per le atlete della Ponte Ozzano!!!Il bilancio della due giorni di Cesenatico è senz’altro positivo per il team bolognese anche se il rammarico per aver giocato male la finale lascia un po’ di amaro in bocca.A voler cercare corsi e ricorsi è successo un po’ quello che era accaduto al Circolo Mazzini alle recenti Finali Regionali. Impresa in semifinale, batterie scariche in finale…. Al mattino, infatti, le nostre rappresentanti hanno sconfitto Modena, team favorito della manifestazione, al termine di una partita entusiasmante conclusasi 27-25 e 26-24 a favore di Bologna e per una volta possiamo senz’altro affermare che stavolta la Secchia Rapita l’abbiamo riportata a casa!!! Per comprenderne la rilevanza basta sottolineare lo sgomento da parte dei numerosi sostenitori modenesi al termine del match….
Nella finale pomeridiana giocata al Pala Cesenatico di fronte a tribune gremite in ogni ordine di posto purtroppo è scesa in campo la brutta copia della squadra felsinea che avevamo ammirato solo qualche ora prima. Il forte team di Piacenza ne ha approfittato alla grande vincendo nettamente per due set a zero. Aldilà del piazzamento finale è stato bellissimo trascorrere due giorni insieme alle ragazze, ai genitori e agli allenatori delle nostre rivali di quest’anno, ovvero Progresso Idea Volley, Clai Imola e Vip San Lazzaro, stavolta tutti uniti dalla stessa parte a tifare incessantemente per la squadra della nostra provincia, una squadra della quale tutti noi dobbiamo essere davvero orgogliosi!! Brave bimbe!!

FINO ALLA FINE FORZA BOLOGNA!!!!

Enrico Lipparini

Domenica 15 Maggio ore 15.30 le ragazze scendono in campo alle Ciari, per giocare la tanto attesa semifinale del torneo Braglia. Oltre allo striscione inaugurato per la finale del cavicchi, oggi nel gruppo ultras-genitori e’ apparso un tamburo. L’aria che si respira nei primi minuti di gioco e’ carica di tensione,  ogni palla che vola in aria viene seguita con attenzione da tutto il pubblico, che oltre ad accompagnare il set con un tifo da stadio,  sembra essere in campo con le giocatrici. La partita inizia con un certo equilibrio tanto che per un po’ le due squadre si inseguono, punto a punto. Lo scenario però improvvisamente cambia quando le ragazze di Ozzano iniziano a giocare come sanno fare, con un affiatamento incredibile, con la voglia di mettersi al servizio della squadra e di giocare la palla nel modo migliorerà e così vincono il primo set  25 a 13. Secondo set con partenza strepitosa 8 a 0 a favore della squadra di casa che costringe Altedo a chiedere un time out che comunque non sposta assolutamente il risultato tanto Ozzano vince anche il secondo set 25 a 10, mostrando in campo molta concentrazione e non perdendo mai il comando del Match. La seconda  partita e’ contro Anzola,  squadra mai incontrata prima  quest’anno, primo time out delle avversarie sull’11 a 4. Le ragazze giocano una bellissima pallavolo e in questo finale di anno sportivo stanno dimostrando che il duro lavoro fatto in palestra e’ servito. Le Leonesse (come le chiama Marta), non cedono un punto e quando ne subiscono uno subito ripartono con più grinta di prima, tanto che si portano a casa anche la partita con Anzola per  25 a 13 nel primo set e addirittura  25  a 3 il secondo set. Due cose mi hanno colpito molto in questa lunga domenica sportiva: il girotondo fatto dalle ragazze delle tre squadre tra una partita all’altra e la voglia di vincere delle moschettiere/Ozzano blu  che mostrano sorridendosi sempre una con l’altra, anche quando una palla va storta o qualcosa poteva andare meglio, proprio come a dirsi “non si molla mai, bisogna sempre ripartire dagli errori per arrivare vincitori alla metà.” Che posso dire? A noi  genitori-tifosi questo Braglia Blu fa battere il cuore e perdere la voce a forza di tifare, per cui non so come riusciremo ad affrontare la finale della prossima domenica a Calderara. E per concludere: “Ozzano blu ci piaci tu!!!”

Deborah Perini

Questo pensiamo delle nostre “ragazze che non mollano mai”. Questa è la convinzione che vi deve sempre accompagnare sia in campo che fuori. Questo era molto più semplicemente scritto sulla farcitura della torta gigante che l’ha fatta da padrona nel “quarto tempo”, preso in prestito da altri sport, che in pizzeria è seguito alla palpitante finale di domenica 8 maggio, svoltasi in quel di Casalecchio di Reno nella Palestra di via Sandro Pertini. Si proprio quel Presidente che in ben più importanti, anche se lontani nel tempo, palcoscenici sportivi, applaudiva l’allora nostra Nazionale di calcio campione del mondo e le cui immagini voi “lupette sotto rete”, avrete sicuramente visto scorrere in televisione. Ebbene anche noi, come il nostro ben più blasonato predecessore, vi abbiamo applaudito e continueremo a farlo, perché una finale provinciale di categoria è sempre un ottimo risultato e soprattutto deve essere un trampolino per inseguire prestigiosi traguardi che si possono raggiungere solo volendo. Perché forse quello che vi è mancato nella partita più importante della stagione contro le “fochette” del Castenaso Volley, nell’ennesimo scontro dell’anno, è stata proprio la “voglia di vincere”, che non è il semplice desiderio di farlo, bensì la determinazione e la capacità di trasformare la comprensibile “paura della gara” in “furore agonistico”, in saper “cogliere l’attimo” per non consentire all’avversario “altre opportunità” e per “portare a casa il risultato”, con quel giusto cinismo che è patrimonio dei vincenti. Ebbene dopo un brillante avvio, all’insegna della supremazia del gioco e della maggiore “voglia di vincere” rispetto alle avversarie, che erano visibilmente prigioniere della “paura della gara” e della dimostrazione di forza che stavate loro dando, tanto che Vi aggiudicavate il set con il perentorio risultato di 25 a 14, quando tutto il pubblico era ormai convinto che la sorte dell’incontro fosse definitivamente volta a vostro favore, ecco che ad un tratto i ruoli si invertivano. E così iniziava il secondo set dove vi trovavate costrette a rincorrere le avversarie e tutto sembrava all’improvviso divenuto difficile, così che si chiudeva la seconda parte della gara con il risultato di 25 a 22 per le ragazze di Castenaso. E nel terzo e decisivo set, le vostre avversarie avevano buon gioco, soprattutto a causa degli errori che non riuscivate più ad evitare. Campione provinciale Fipav Under 13 di eccellenza femminile: Castenaso Volley, ma Voi c’eravate, Voi ve la siete giocata la Vs. finale, forse, anzi sicuramente non al meglio delle vostre possibilità e dei vostri ben superiori mezzi, ma siamo comunque e saremo sempre ORGOGLIOSI DI VOI!

Luca Zini

Questo pensiamo delle nostre “ragazze che non mollano mai”. Questa è la convinzione che vi deve sempre accompagnare sia in campo che fuori. Questo era molto più semplicemente scritto sulla farcitura della torta gigante che l’ha fatta da padrona nel “quarto tempo”, preso in prestito da altri sport, che in pizzeria è seguito alla palpitante finale di domenica 8 maggio, svoltasi in quel di Casalecchio di Reno nella Palestra di via Sandro Pertini. Si proprio quel Presidente che in ben più importanti, anche se lontani nel tempo, palcoscenici sportivi, applaudiva l’allora nostra Nazionale di calcio campione del mondo e le cui immagini voi “lupette sotto rete”, avrete sicuramente visto scorrere in televisione. Ebbene anche noi, come il nostro ben più blasonato predecessore, vi abbiamo applaudito e continueremo a farlo, perché una finale provinciale di categoria è sempre un ottimo risultato e soprattutto deve essere un trampolino per inseguire prestigiosi traguardi che si possono raggiungere solo volendo. Perché forse quello che vi è mancato nella partita più importante della stagione contro le “fochette” del Castenaso Volley, nell’ennesimo scontro dell’anno, è stata proprio la “voglia di vincere”, che non è il semplice desiderio di farlo, bensì la determinazione e la capacità di trasformare la comprensibile “paura della gara” in “furore agonistico”, in saper “cogliere l’attimo” per non consentire all’avversario “altre opportunità” e per “portare a casa il risultato”, con quel giusto cinismo che è patrimonio dei vincenti. Ebbene dopo un brillante avvio, all’insegna della supremazia del gioco e della maggiore “voglia di vincere” rispetto alle avversarie, che erano visibilmente prigioniere della “paura della gara” e della dimostrazione di forza che stavate loro dando, tanto che Vi aggiudicavate il set con il perentorio risultato di 25 a 14, quando tutto il pubblico era ormai convinto che la sorte dell’incontro fosse definitivamente volta a vostro favore, ecco che ad un tratto i ruoli si invertivano. E così iniziava il secondo set dove vi trovavate costrette a rincorrere le avversarie e tutto sembrava all’improvviso divenuto difficile, così che si chiudeva la seconda parte della gara con il risultato di 25 a 22 per le ragazze di Castenaso. E nel terzo e decisivo set, le vostre avversarie avevano buon gioco, soprattutto a causa degli errori che non riuscivate più ad evitare. Campione provinciale Fipav Under 13 di eccellenza femminile: Castenaso Volley, ma Voi c’eravate, Voi ve la siete giocata la Vs. finale, forse, anzi sicuramente non al meglio delle vostre possibilità e dei vostri ben superiori mezzi, ma siamo comunque e saremo sempre ORGOGLIOSI DI VOI!

Luca Zini

Ultime battute del tofeo Braglia per le lupacchiotte bianche e sono due partite durissime, fuori casa. Si parte il primo Maggio, di pomeriggio, ad Anzola contro il Calderara. La partita è subito calda: 3 punti sotto e Marta chiama subito il time out, è pomeriggio, ma le ragazze paiono appena svegliate. Marta le incita e le guida col telecomando, un cambio, un altro cambio, 3-11 sotto e richiama time out, a tamburo battente le tiene inchiodate alla partita, mentre sembrano con la testa già alle vacanze !! Il primo set finisce 25 a 13 per loro. Il secondo set è tutta un’altra storia, iniziano a giocare, a fare tre passaggi ed i risultati, quando ce la mettono tutta, non mancano 25-18, vinto, Su le mani chi tifa Ozzano !!! Terzo set in discesa libera 25-12……

Seconda partita contro l’Anzola : un gran tifo ( oggi abbiamo anche una trombetta ) non cambia il destino della giornata, primo set perso 25-13, secondo 25-20, peccato, condotto sempre in vantaggio e perso dal 20 pari :-( ((( ma il tifo non scende !!!

Ultima giornata infrasettimanale di martedì e molte escono prima da scuola per non tardare. Andata e ritorno in giornata conto il Bazzano, arricchito da due maschi, nel palazzetto intitolato a Peppino Impastato. Inizio fiacco e distratto, fa molto caldo e si è fatta molta strada per arrivare. Le lupacchiotte riprendono tono con l’andare del gioco, ma non è sufficiente, Nadine in panchina non sa più cosa dire: 25-17. Il finale in salita del primo set porta però i suoi frutti nel secondo, sempre testa a testa 5-5, 7-7-, 17-17, 23-23, perso di un soffio 26-24. Partita di ritorno dopo un breve intervallo e sempre in crescendo con notevoli recuperi e schiacciate di alcune, una maggiore convinzione da parte di tutte : primo set vinto 25-23, secondo perso 26-24, vittoria finale più decisa sul 25 a 20 !!!

Un crescendo così meritava un’altra giornata, ma il torneo è finito, si spera nel prossimo anno !!!  Questa è stata una stagione per imparare, piccoli e a sprazzi più grandi passi si sono visti, i frutti da Settembre in poi. Su le mani chi tifa Ozzano !!!

Maria Chiara Briani

La Pallavolo Ozzano A.S.D. da quest’anno è partner etico continuativo di Loto Onlus, che martedì 24 Maggio alle ore 20.30, presso la sala Città di Claterna, organizza un incontro per sensibilizzare i cittadini di Ozzano sul tumore ovarico.

M.I. Fatro Ozzano – Alfonsine 3-1 (28-26) (25-20) (24-26) (25-20)

Bambi 2, Foresti 9, Pavani 9, Cesàri 5, Cardinali 18, Lanconelli 12, Franchi 1, Parenti 10, Ibe 9, Ripoli 9, Geminiani l1, Vaioli l2

La M.I. Fatto Ozzano si congeda dal PalaGira con la partita che non ti aspetti. Doveva essere la classica di fine stagione con una squadra proiettata ai playoff contro una retrocessa e invece è stata battaglia vera con un primo set chiuso ai vantaggi in rimonta sotto 22-24 e un secondo sempre con la testa avanti. Entrambi i parziali sono stati caratterizzati da una difesa poco attenta e da poca attenzione a muro. E´ stata l’occasione per vedere in campo chi non ha avuto molto spazio durante l’anno come le giovani Ripoli e Parenti che hanno dimostrato, ce ne fosse stato bisogno, di poter reggere la categoria. Ottima la prova di Cardinali, 16 punti in due set. Il terzo set è complicato anche da spiegare, entrano Ibe, Cesàri e Foresti e Bambi in regia (già dal set precedente) e l’impressione era quella di chiudere la partita velocemente ma come sempre c’è anche l’avversario. Se la prova in attacco e ricezione è stata ottima non si può certo dire lo stesso della difesa, la Squadra non è stata capace di aiutarsi nei momenti di difficoltà e ha così compromesso il risultato finale. Sempre in controllo invece il quarto set con i centrali Ibe e Lanconelli sugli scudi. Il girone di ritorno della M.I. Fatro Ozzano si è concluso con alcune prove opache tipo la sconfitta sul campo di Imola e con la vittoria davanti a un pubblico bellissimo contro la vincitrice del girone C, il R.V, Venturoli Triumvirato. Ora è il momento di azzerare tutto perché inizia un nuovo campionato, scontri dentro/fuori con eventuale golden set in caso di parità e dove ogni passo falso può costare molto caro.Credo, perdonatemi la prima persona, sia corretto ora fare i dovuti ringraziamenti. Alle ragazze. Alcune ricoprono anche il ruolo di educatrici per le piccoline del Gruppo VolleyMania e mi riferisco a Elena Vaioli, Nadine Bambi e Laura Franchi. Le giovani inserite dalla prima divisione Margherita Ripoli, Silvia Parenti e Alice Lanconelli, Rita Pavani dal Progresso e la “veterana” Giulia Geminiani. Martina “last minute” Foresti, Eleonora Cesàri che si appresta a chiudere la terza stagione in fila senza aver mai saltato un allenamento, il Capitano Chiara Cardinali e la trainer Beatrice Fiorani. Un in bocca al lupo ad Ambra Ibe che lascia la Squadra anzitempo per impegni lavorativi. A rimpiazzarla per gli imminenti playoff è stata richiamata Marta Checcoli che ha accettato con entusiasmo nonostante lo scorso anno di questi tempi festeggiassimo il suo addio alla pallavolo. Come si suol dire “al cuor non si comanda”. Un ringraziamento agli allenatori Bollini e Mazzotta per aver sempre lavorato per la crescita delle ragazze e al mitico Alfonso, fisioterapista, che talvolta si è adoperato per curare anche gli avversari, alla mitica segnapunti Ornella e ai genitori tutti che, anche con un piccolo gesto, hanno contribuito alla riuscita del progetto. Ovviamente tutto questo non sarebbe potuto succedere senza il Presidente Giorgio Gambi. Dimenticato qualcuno? Ah sì io, che ho indiscutibilmente il compito più importante, rifornire costantemente di caramelle la borsa medica.

Daniele Mazzanti

La stagione 2015/2016 che si sta concludendo, la prima dopo l’uscita dal Consorzio VIP, ha visto la Pallavolo Ozzano protagonista in tutti i Campionati e le manifestazioni in cui ha partecipato: in tutte ha raggiunto le finali. Per quanto riguarda la squadra di Serie C il 18 maggio 2016 inizieranno i play-off, ai quali ci presenteremo come miglior seconda incontrando la squadra 4^ classificata del Girone A. Noi puntiamo davvero sul giovanile, ed ecco quali sono stati i nostri risultati: nel Trofeo Benuzzi (propedeutico al Campionato Under 13 con finale provinciale a 3 squadre) ci siamo classificate al 3° posto; nel Trofeo Cavicchi (per la categoria Under 12 con finale provinciale a 3 squadre) abbiamo conquistato il 1° posto con una seconda squadra arrivata in semifinale; nel Campionato Under 16 Provinciale (con atlete atlete di under 15) abbiamo ottenuto 2° posto in finale Provinciale accedendo alla fase Regionale; in Under 14, con la squadra nata dalla collaborazione tra noi e la Pontevecchio, siamo arrivate in finale Provinciale al 2° posto, per poi conquistare la Final Four Regionale e classificarci al 2° posto, con accesso ai Campionati Nazionale a Vasto dal 24 al 29 Maggio 2016; nel Campionato Under 13 Provinciale domenica 8 maggio a Casalecchio ci giocheremo la finale 1°- 2° posto; infine nel Trofeo Braglia (categoria Under 12 in preparazione all’Under 13 della prossima stagione) giocheremo la finale il 22 maggio 2016. Questi dati parlano da soli, non dobbiamo aggiungere altro…chi perde spiega chi vince festeggia!

Giorgio Gambi