Pallavolo Ozzano

SE SEI NATA/O DAL 2005 AL 2010, VIENI DAL 15 SETTEMBRE NELLE PALESTRE DI OZZANO DELL’EMILIA A GIOCARE A PALLAVOLO CON NOI.

PROVE GRATUITE FINO AL 30 SETTEMBRE.

DAL 1° OTTOBRE POTRAI ISCRIVERTI AI NOSTRI CORSI TENUTI DAI MIGLIORI ALLENATORI DI  PALLAVOLO.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI IN SEDE DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE 17,00 ALLE  ORE 19,00 IN VIALE 2 GIUGNO 2 OZZANO  DELL’EMILIA (BO) TELEFONO 051.6511442

E-mail Volleymania@pallavoloozzano.it

 

Visita il nostro sito www.pallavoloozzano.it

Scarica la nostra APP PALLAVOLO OZZANO disponibile gratuitamente sui cellulari con  App Store e Play Store.

Non perdetevi domenica 12 giugno dalle ore 15.30 al Palasport di Ozzano, a chiusura della Festa dello Sport di Ozzano, la manifestazione benefica pro LOTO Onlus, di cui siamo partner etici continuativi!

Programma:
* alle ore 15.30 incontro giovanile U 13 Pallavolo Ozzano Vs. Pontevecchio
* alle ore 17.30 la prima squadra M.I.FATRO OZZANO sarà impegnata in una gara amichevole con la Serie C della Datamec Pontevecchio alla presenza e con la partecipazione di MAURIZIA CACCIATORI, ex atleta della Nazionale Italiana di pallavolo, testimonial di Loto Onlus.

Durante la manifestazione sarà presente desk informativo Loto Onlus.

I volontari della pallavolo prepareranno succulenti panini con salsiccia o prosciutto, patate fritte e birra alla spina…ma come ogni anno invitiamo le mamme, nonne, …e “pasticceri” vari, a preparare dolci da distribuire ai presenti.

L’intero ricavato sarà devoluto a LOTO Onlus, per la ricerca tumori ovarici.

Siete tutti invitati a partecipare!

La Pallavolo Ozzano A.S.D. da quest’anno è partner etico continuativo di Loto Onlus, che martedì 24 Maggio alle ore 20.30, presso la sala Città di Claterna, organizza un incontro per sensibilizzare i cittadini di Ozzano sul tumore ovarico.

La stagione 2015/2016 che si sta concludendo, la prima dopo l’uscita dal Consorzio VIP, ha visto la Pallavolo Ozzano protagonista in tutti i Campionati e le manifestazioni in cui ha partecipato: in tutte ha raggiunto le finali. Per quanto riguarda la squadra di Serie C il 18 maggio 2016 inizieranno i play-off, ai quali ci presenteremo come miglior seconda incontrando la squadra 4^ classificata del Girone A. Noi puntiamo davvero sul giovanile, ed ecco quali sono stati i nostri risultati: nel Trofeo Benuzzi (propedeutico al Campionato Under 13 con finale provinciale a 3 squadre) ci siamo classificate al 3° posto; nel Trofeo Cavicchi (per la categoria Under 12 con finale provinciale a 3 squadre) abbiamo conquistato il 1° posto con una seconda squadra arrivata in semifinale; nel Campionato Under 16 Provinciale (con atlete atlete di under 15) abbiamo ottenuto 2° posto in finale Provinciale accedendo alla fase Regionale; in Under 14, con la squadra nata dalla collaborazione tra noi e la Pontevecchio, siamo arrivate in finale Provinciale al 2° posto, per poi conquistare la Final Four Regionale e classificarci al 2° posto, con accesso ai Campionati Nazionale a Vasto dal 24 al 29 Maggio 2016; nel Campionato Under 13 Provinciale domenica 8 maggio a Casalecchio ci giocheremo la finale 1°- 2° posto; infine nel Trofeo Braglia (categoria Under 12 in preparazione all’Under 13 della prossima stagione) giocheremo la finale il 22 maggio 2016. Questi dati parlano da soli, non dobbiamo aggiungere altro…chi perde spiega chi vince festeggia!

Giorgio Gambi

La Società di Pallavolo Ozzano e Loto Onlus annunciano la partnership etica. Il primo appuntamento di una intensa collaborazione  è per sabato 5 marzo alle ore 17 per un intenso pomeriggio di volley presso il Palazzetto dello Sport di Ozzano.

Il tumore ovarico colpisce ogni anno 500 donne in Emilia Romagna, 5.000 in Italia e 250.000 nel mondo. Solo a Bologna, all’Ospedale Sant’Orsola, negli ultimi 5 anni sono state operate 90-100 donne all’anno. Sabato 5 marzo, in occasione di una importante giornata di volley, ore 17 gara giovanile provinciale di pallavolo femminile e alle 20,30 scontro al vertice fra  Venturoli Atletico Bologna e  M.I. FATRO OZZANO, prima e seconda in classifica  del Campionato Regionale di Pallavolo femminile di Serie C girone C, prenderà il via la partnership etica tra  Pallavolo Ozzano e Loto Onlus,  l’associazione no profit nata con l’intento di colmare un vuoto informativo e di consapevolezza sul carcinoma dell’ovaio. Questa collaborazione nasce per continuare il percorso di sensibilizzazione rivolto alle donne di ogni età, voluto da Loto Onlus,  per diffondere informazioni importanti sulla malattia e sui sintomi da non sottovalutare. Pallavolo Ozzano aderisce con piacere a questo progetto, che sarà anche rivolto  alle 150 famiglie delle atlete facenti parte della Società. All’interno del palazzetto di Ozzano Emilia i volontari Loto distribuiranno informazioni e venderanno gadget come cappellini, magliette e Uova di Pasqua Solidali, ed il ricavato sarà destinato alle attività dell’Associazione. #insiemesipuò


 

Cos’è: il servizio di ascolto psicologico è la possibilità di usufruire di colloqui riservati con uno psicologo su tematiche personali legate alla scuola, alla famiglia, alle relazioni dentro e fuori l’ambito sportivo.

Perché: per affrontare dubbi, difficoltà e fatiche relative alla vita personale e sportiva.

Per chi: accessibile agli atleti, allenatori e genitori degli atleti.

Come: appuntamenti su prenotazione contattando
Dott.ssa Silvia Cavazza

Tel: 3495521863     E-mail: cavazza.silvia@yahoo.it
Dott.ssa Serena Saggiomo

Tel: 3205739784 E-mail: serenasaggiomo@hotmail.com

Per saperne di più visitate il sito www.toccamente.it

Domenica 17 gennaio la Fipav Regionale ha organizzato la consegna del Certificato per l’attività Giovanile Fipav per 47 Società della Regione Emilia Romagna di cui 9 per la provincia di Bologna. Si tratta del quinto biennio in cui viene consegnato questo importante riconoscimento, ed anche questa volta la Pallavolo Ozzano l’ha ricevuto, a dimostrazione del lavoro svolto e che si sta svolgendo con il giovanile. Prima della consegna della targa e degli striscioni (che saranno presto esposti) è stato presentato il Progetto Scuola S3 (Squadra, sport salute) di Stefano Belloti della Fipav Nazionale – Area Sviluppo e Formazione. Intervento molto interessante per Società come la nostra che è Scuola Federale di Pallavolo e che opera nel primo ciclo della scuola primaria di Ozzano. Successivamente ogni presidente provinciale Fipav ha consegnato alle Società della sua provincia le targhe del Certificato di qualità; per le Società bolognesi era presente Rosario Paladino. Infine poi abbiamo avuto la sorpresa della estrazione fra tutte Presidenti delle Società premiate presenti di un defibrillatore. FIPAVCRER con questo gesto ha voluto sensibilizzare le Società sulla presenza dei defibrillatori in tutti gli impianti sportivi. Siamo stati baciati dalla fortuna, è stato estratto il numero 22, che mi era stato dato la mattina al momento dell’accredito e quindi ci siamo portati a casa un defibrillatore. Forse è stato premiato il nostro impegno per aumentare la sicurezza negli impianti sportivi, visto che ad Ozzano abbiamo contribuito insieme alle altre Società sportive affinché in ogni impianto fosse presente un defibrillatore.

Fine anno, tempo di bilanci.

Anche se la stagione sportiva è solo alle battute iniziali, possiamo dire che siamo già sulla strada buona!

Il minivolley ha grandi numeri, in aumento rispetto agli anni  precedenti. Le atlete che iniziano i primi Tornei stanno ottenendo ottimi risultati, come nel  Benuzzi, torneo di preparazione all’Under 13, dove abbiamo iscritto 2 squadre, ed entrambe hanno ottenuto l’accesso alle semifinali; la squadra più competitiva poi domenica 20 dicembre ha partecipando alla Finale col Castenaso e la Clai Imola, classificandosi terza. Stiamo inoltre iniziando il Trofeo Cavicchi (4 contro 4) per le “lupacchiotte” nate dal 2004 in poi, al quale anche quest’anno abbiamo iscritto 3 squadre, con buone prospettive sia di crescita tecnica che di risultati.  L’under 14 eccellenza, frutto della collaborazione fra noi e la Polisportiva Pontevecchio, è al momento in testa al Campionato di categoria e andrà, da prima classificata, alla seconda fase, con una giornata di anticipo; con il codice Pontevecchio è in testa anche nel suo girone di Under 16. L’under 16  di eccellenza, pur essendo composta da ragazze di età under 15, è  ora posizionata nelle prime 4 che accederanno alla seconda fase e si sta comportando molto bene anche in Seconda divisione; l’Under 16 provinciale sta proseguendo nel suo progetto di crescita e a breve inizierà il campionato di Terza divisione.

Dulcis in fundo, la Serie C è seconda in classifica, con una sola sconfitta subita dalla capolista, e sta mostrando partita dopo partita, un’ottima crescita tecnico tattica, pur schierando, come da politica della Pallavolo Ozzano (…e di pochi altri…) una squadra molto giovane con età media di 18 anni e mezzo… non solo numeri ma dati di fatto in campo!

Sono cresciuti i numeri delle atlete, ma anche quelli dei calorosissimi tifosi … quindi sarò molto contento di poter fare gli auguri ai 250 prenotati per la Festa di Natale della Pallavolo Ozzano sabato 19 dicembre al Capolinea, e desidero ringraziare di cuore tutti coloro che permettono alla Pallavolo Ozzano di ottenere questi risultati: in primis le nostre giocatrici e i due mini atleti, Riccardo e Sebastian, poi gli allenatori che stanno interpretando al meglio la mission ed i valori della Società, ed infine un grazie ai 30 collaboratori tra dirigenti, arbitri, segnapunti, giornalisti e fotografi dai campi, che ci danno la possibilità di tenere sempre informata la tribù del Volleymania…

Buona Natale a tutti voi.

Giorgio Gambi

Tantissime adesioni e da subito per la Grande festa di Natale della Pallavolo Ozzano! Sono già più di 250 le persone che hanno dato la loro adesione. Ci vediamo SABATO 19 DICEMBRE dalle 19.00 al CAPOLINEA di Ozzano! Si mangia, si balla e si fa festa…un unico requisito: essere stati contagiati dalla Volleymania!

 

Storia di sabati sera

Le ragazze della mia età il sabato “sera” lo iniziano con una doccia per lavarsi i capelli, con ore dedicate a trucco e parrucco, per vestirsi e andare in discoteche o nel locale che sia… Io invece lo inizio preparando la borsa, sclerando perché non trovo quell’elastico portafortuna, perché la maglia da riscaldamento non si trova… E poi, arrivo in palestra quando ancora non c’è nessuno, entro con le luci che si devono ancora riscaldare, la rete smollata che pende verso il basso nella parte centrale… Mi fermo, e guardo un po’ questo posto, questo campo, e ogni volta lo vedo in maniera diversa, perché giorno dopo giorno aggiungo emozioni, sentimenti e situazioni provati in quel campo… Entro in spogliatoio, mi siedo, mi sdraio, chiudo gli occhi e penso… Penso a quello che sto facendo, a quello che sto vivendo… Poi quando arrivano le altre si inizia a ridere e a scherzare, come sempre! Chi si deve far la treccia, nello stesso punto della scorsa partita, dalla stessa persona con lo stesso elastico e i soliti giri! Si esce dallo spogliatoio e ci sono quei 5/10 minuti di stretching che corrispondono con le ultime c…..e prima della partita. Discorso dell’allenatore e poi riscaldamento. La solita compagna, la stessa posizione nel campo e spesso i soliti errori, le solite cazzate, come se fosse un rituale. Poi torni coi soliti esercizi, i dieci minuti, il saluto, la formazione. Passa la partita (e scusate se non la descrivo ma solo chi la vive può capire). E si entra in spogliatoio, o saltellando o tristi oppure così così, soddisfatte ma non appagate. Ci sono quelle volte in cui ci si guarda in faccia, e nessuno sa cosa dire, nessuno… Tutte tristi, dispiaciute, a nessuno piace perdere… Poi però ci sono quelle volte in cui entri in spogliatoio e partono coretti, selfie e qualunque cosa che possa andar bene. Ci si lava e poi si va a mangiare… Fino a quel momento non pensi a molto della partita, ma quando torni a casa, entri in camera tua e appoggi per terra tutto il peso della
borsa, inizi a pensare alla partita, a quello sbagliato, a quello fatto giusto, a che partita si è visto ed esce fuori un po’ di quella pesantezza che ormai ha anche il borsone. Questa è la storia dei nostri sabati sera, alle due quando noi torniamo, ci sono ragazzi che sono ancora in giro e tornano alle 5, ma la differenza più grande è che noi crediamo in qualcosa che gli altri non vedono. Martina